L’apprendimento

imparare_cc_optIl processo dell’apprendimento è il risultato dell’esperienza e pervade le nostre vite: impariamo a ignorare le cose irrilevanti, come il ronzio del traffico o il colore delle pareti dell’ufficio e a considerare con anticipo le cose prevedibili, come il fatto che una macchina che passa in una pozzanghera ci bagnerà se stiamo troppo vicini al bordo del marciapiede. In generale, impariamo come far sì che ci accadano cose positive e come evitare quelle potenzialmente dannose. La memoria è fondamentale per l’apprendimento: senza questa facoltà dovremmo continuamente reimparare le stesse cose ogni giorno. Tuttavia memorizziamo solo una piccola parte dell’enorme mole di informazioni elaborate dal cervello.

Imparare dalla vita

Il cervello dell’embrione subisce uno sviluppo estremamente rapido, talvolta con un ritmo di crescita pari a 250.000 cellule nervose al minuto Alla nascita esso conta circa 100 miliardi di cellule nervose. Il primo stadio dell’apprendimento consiste nello smantellamento delle connessioni esistenti tra queste cellule e per favorire la conoscenza di quelle rilevanti. La crescita cerebrale è rapida: si formano nuove connessioni a mano a mano che si apprendono fatti, esperienze e associazioni, per cui il peso del cervello triplica nei primi tre anni di vita. Il bambino deve imparare dove finisce il suo corpo e dove inizia il mondo; deve imparare che gli oggetti esistono anche quando non li vede e che le azioni hanno conseguenze specifiche. Il fatto che la maggior parte dei bambini passi attraverso la stessa sequenza di sviluppo motorio per raggiungere infine un livello simile per tutti suggerisce che si tratti di un programma innato. Naturalmente l’esercizio accelererà questo processo e la carenza di esperienze normali lo ritarderà. Ovviamente l’esperienza gioca un ruolo ben maggiore per quanto riguarda le conoscenze che devono essere apprese consapevolmente (scienza, musica, atletica ecc.). Non si smette mai di apprendere, ogni giorno acquisiamo nuove informazioni, capacità ed esperienze.

Formare associazioni

neuroni-specchio-apprendimento-motorio1L’uomo possiede una straordinaria capacità di associare esperienze, sensazioni, oggetti ed eventi, capacità che è alla base della maggior parte dell’apprendimento. Le cellule nervose associate sono intessute in trame di esperienze e l’accesso a un elemento della rete porta con sé una miriade di idee collegate. Mettiamo in relazione le esperienze nuove con ciò che già conosciamo: un bambino potrà associare tutte le case con gattini e macchinine, perché a questi è associata la sua. Crescendo, impariamo a modificare i nostri concetti per adeguarli all’esperienza altrui. Noi tutti tendiamo ad apprendere nuove conoscenze collegandole ad attività che già padroneggiamo. Gli adulti sono particolarmente esperti in questo, perché hanno avuto il tempo di capire le interconnessioni tra le esperienze. Possono invece essere meno bravi ad apprendere attività slegate dalle precedenti.

Il condizionamento

Il condizionamento è un modo per imparare la relazione diretta tra due eventi, nel caso cioè di un evento che segue sempre un altro o dell’azione necessaria per conseguire un risultato desiderato. L’apprendimento tramite condizionamento ci permette di trarre profitto dall’esperienza. Sia gli animali che l’uomo sono soggetti a condizionamenti inconsci e anche noi possiamo condizionarci a vicenda senza esserne consapevoli. Per esempio, un genitore che presta molta attenzione al figlio quando è cattivo e lo ignora quando è buono gli insegna involontariamente a essere cattivo per attirare l’attenzione. Uno studio recente suggerisce che anche il feto sia condizionabile: la colonna sonora della soap-opera preferita dalla madre sollecita una reazione di rilassamento del neonato.

Apprendere per imitazione

insegnare-a-parlareGli esseri umani sanno imitare un’azione con precisione, affinando questa capacità attraverso un ripetuto confronto con le azioni degli altri. Si comincia dapprima con un semplice gesto, come reggere una cornetta giocattolo facendo finta di parlare al telefono. L’imitazione diventa man mano più complessa: il bambino culla dolcemente una bambola per farla addormentare e, a quattro anni, fa finta di cucinare sul fornello giocattolo. I neuroni specchio, un tipo di cellule nervose cerebrali, sono una delle scoperte più esaltanti degli ultimi anni. Un determinato neurone specchio viene attivato quando svolgiamo una certa azione, ed esattamente lo stesso neurone risponde quando vediamo un altro compiere la stessa azione. Queste cellule sono programmate dalla nascita per creare una mappa nel nostro corpo delle azioni altrui, in modo che persino un bimbo nato da pochi minuti sia in grado di svolgerle. L’apprendimento per imitazione è enormemente facilitato da questa programmazione innata: non abbiamo bisogno di imparare a imitare.

Imparare ad apprendere

L’uomo si avvale di tecniche consapevoli per imparare sia mediante l’insegnamento che riceve, sia mediante la pratica. Una delle prime cose che impariamo è che l’esperienza e i fatti su cui ci concentriamo vengono memorizzati più facilmente di quelli che registriamo incidentalmente. Per esempio, un passo di un libro ha maggiori probabilità di essere memorizzato se il lettore si concentra solo sul significato delle parole, escludendo tutto il resto. È anche più facile concentrarsi su qualcosa di intrinsecamente interessante piuttosto che su qualcosa di noioso, per cui cercheremo di occuparci di argomenti più noiosi creando connessioni mentali tra questi e temi di maggior interesse personale. Un fanatico di moto, per esempio, potrebbe imparare i nomi degli imperatori rimani immaginandoli a cavallo di diversi modelli di modo. Le nostre strategie di apprendimento migliorano man mano che aumenta la nostra conoscenza su dove reperire le informazioni e su che cosa ignorare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...